Dopo di te

image_pdfimage_print

Nulla sarà più come prima, il risveglio, la quotidianità, il tramonto, nulla.

Questa consapevolezza di scivolare in una confusione dove ogni percezione sarà alterata, il mio sentire, il mio vedere,
è smarrimento.

Ora l’unico suono che sento è quello del vento e delle onde che s’infrangono in una parete di rocce, orchestrando una sinfonia di memorie e ricordi che accarezzano la mente.

Lo sguardo si sofferma a contemplare un sogno che il tempo non potrà mai regalare agli occhi.

Tutto è nostalgia e lontananza, e mi rendo conto che vivere altrove diviene improbabile.

Nulla sarà più come prima.

La realtà è prepotente e menzognera; la verità è illusoria e sfuggente.

Guardo il mare e cerco di afferrarne il mistero e la sua immensità. Ma l’immensità del mare è solitudine ed il suo mistero è insondabile. Le sensazioni e la vita si perdono così in questo oceano, malinconico e inaccessibile.

Nulla sarà più come prima…ed è inevitabile.

(Luisa)

FADE6BC4-A20E-40BD-B7EE-D40834578F70-7184-00000801509A9662

 

Incidente mortale

image_pdfimage_print

Il suono che sentivo era come un lamento, una triste nenia che si perdeva nel tempo.

I ricordi ritornano improvvisi e violenti trasformandosi in incubi dai mille tormenti.

Per molto tempo ho soffocato il ricordo, piangendo da sola senza conforto.

Ero lì, bambina, con occhi di vento, uno scoppio, un grido e dopo il silenzio.

Ho visto cadere a terra il suo corpo, ho vissuto il dolore di ciò che ci è tolto; ho visto mia madre distrutta e piangente e da quel momento l’ho persa per sempre.

Ora lo vedo quel giorno di morte ora lo sento che suona di notte.

Oggi l’ascolto quella canzone, la voglio cantare senza finzione.

Nessun rimpianto, nessuna paura, lo strazio vissuto per sempre non dura…

La luce del sole ora si posa su quel nero ricordo e lo tinge di rosa.

(Luisa)

BDDDD363-17CA-47CA-AB18-03E542B22E52-7834-0000087D906A4269

Il fiore più bello

image_pdfimage_print

Splendido fiore di un prato di sogni baciato dal sole.

Ti osservo e mi commuovono i tuoi colori e il tuo profumo.

L’arida terra ti consuma ed io mi inginocchio davanti a te e con le mie lacrime nutro il secco terreno per non lasciarti appassire e vederti morire.

Sarò presente, ti resterò vicino e, se i tuoi petali cadranno sul caldo terreno, li raccoglierò e li depositerò sul cuore.

Splendido fiore, dei sogni tu il fiore,
in te ho riposto le speranze, l’amore e nella  tua vita ogni splendore.

(Luisa)

97C12A60-441B-47F7-8CD7-E099FE86168D-7114-000007EB6D4F3FCD

Un volo di speranza

image_pdfimage_print

Con quanta maestosità, piccola rondine, voli in cielo.

Senza una meta precisa, libera di andare dove il giorno è più caldo, svolazzi felice tagliando la linea lontana dell’orizzonte.

Tu puoi raggiungere le alte vette dei monti, soffermarti a contemplare la terra che si distende sotto di te, come prostrata ad onorare la tua esile figura che, volando, traccia,  nell’azzurro sovrastante, disegni delineati dai tuoi dolci movimenti.

Ed io ti ammiro da questa mia meschina vita che, ancor più misera sarebbe, se tu non fossi in quest’angolo di cielo a confortare i miei pensieri.

Nella mia immobilità immagino di raggiungerti ed insieme a te volo felice sopra prati, fiumi e laghi e le ansie, i dolori, le angoscie, così lontane appaiono dall’immensità del cielo e dalla felicità che mi dà l’esserti accanto.

Mai vorrei lasciarti rondinella mia, tu che alimenti i miei sogni e mi fai credere ancora in qualcosa di vero e bello; tu che riesci a far sì che sulle mie labbra fiorisca un dolce sorriso; tu che…

No rondinella, ti prego, non andar via, non sfuggire al mio sguardo, non abbandonarmi nella solitudine dell’esistenza; lasciami credere ancora nell’impossibile, lasciami credere che resterai con me.

….Ma no, no, tu va, vola, solca i confini del mondo ed anche se non con il corpo, la mia anima ed il mio cuore a te vicini per sempre saranno.

(Luisa)

5B96C834-1B8A-4445-8047-92B765D1DBFB-6645-00000796D0EF5040

Occhi di stelle

image_pdfimage_print

Dove la notte non ha fine, ti cerco.

Dove le poesie sono sussurrate dagli angeli, ti trovo.

Dove la realtà mi sorprende, ti perdo.

Amici, stringetevi a me, la notte è passata, i sogni hanno breve durata ed ora, al risveglio, una morsa al petto mi duole e piango… piango la sua assenza.

Il cuore in solitudine soffre e si dispera per i suoi occhi di luce che, come stelle sottratte al cielo, il mondo dona ad altri universi.

(Luisa)

EE63B9BD-026D-44F5-A78B-82A94791056C-5516-000005FFCF8B7529

Lettera muta

image_pdfimage_print

L’incanto di un ricordo si espande nell’anima e accende la mente. Estranei a noi stessi, ci addentriamo nel mistero della vita, cercando specchi per vedere riflessa almeno l’ombra del nostro volto.

È la memoria che aiuta a ricomporre il nostro tempo e, l’attimo vissuto, ci appartiene solo nel momento in cui sfugge al presente per insinuarsi nei ricordi del cuore.
Quello che si vive è incomprensibile; gli eventi che ci coinvolgono sono spesso conseguenze di casualità che delineano percorsi che ci si ritrova a percorrere, senza merito e senza colpe;
Oggi chi siamo? Poesia, sogno, dolore; in continua evoluzione cambiamo occhi e pelle e, in questo continuo mutamento, il miracolo dell’esistenza si compie.

Oggi siamo quello che abbiamo vissuto, le strade che abbiamo percorso, le persone che abbiamo incontrato, le emozioni che ci hanno toccato. Tutto quello che ci circonda siamo noi e gli occhi osservano il paesaggio del nostro essere.

Ed ora tu sei il mio orizzonte, provocandomi uno sconvolgimento di sensazioni che stravolge i miei pensieri. Mi risulta così difficile gestire gli attimi in cui tu penetri silenziosamente ma profondamente in me. Saperti distante, indifferente, irraggiungibile, per me non ha importanza ed io mi sorprendo a pensarti; dai gioia ai miei pensieri. Una luce speciale ho visto nei tuoi occhi e voler seguire quella luce mi illumina di vita. Vederti sorridere, abbracciare il cielo e il mare, camminare delicatamente sul mondo e coglierne l’essenza, riflette il mio sogno.
Io ho seguito altri sentieri, la malinconia, che oggi fa parte di me, mi permette di avvicinarmi con distacco, pazienza e amore a quella bellezza che non ho potuto vivere, per vigliaccheria, per condizione o semplicemente per pigrizia.
Sei la promessa di quella speranza che non si arrende, che vive nei cuori puri, che sa rendere eterno l’istante. Questo vedo in te, per questo ti seguo.
Io, un’anima che si avvicina ad un’altra, improvvisamente, senza pretese e senza attese.
Non posso negare una sottile nostalgia per la consapevolezza di non poterti raggiungere, ma è solo una vaga sensazione di smarrimento che si dissolve subito nell’aria, dove i sentimenti sona liberi di esprimersi senza paura di fraintendimenti. Nulla voglio da te e l’unica cosa che spero per te è la completa realizzazione di te.
Tu, un’imprevedibile meraviglia che si è fatta realtà nei miei sogni. Ma, non è forse solo nei sogni che si può vivere lo splendore di un acestrale, disinteressato amore?

Quello che provo è follia?
Anche se lo fosse, la vivo con ineluttabilità, come una foglia che una leggera brezza sospinge verso l’ignoto.
Tu l’ignoto che mi sconvolge, che non riesco a capire, che annienta le mie certezze senza rimpianti o sofferenza. Forse domani tutto mi sarà chiaro ma ora mi sfugge ogni senso e, in questa completa confusione, ho paura di perdermi e perderti. La maturità, dono degli anni che passano, non mi aiuta, mi sento fragile e nessuna verità viene in mio soccorso.

Posso solo attendere che mi venga un giorno svelato questo sorprendente e meraviglioso enigma che oggi tu sei per me.

(Luisa)

8874A50E-C112-4168-8BDC-F96D8C6D1279-5201-000005987645E2F8

Tramonto

image_pdfimage_print

Inondato da colori e vento, il cuore trova sollievo.

Nella  contemplazione di questo angolo di Paradiso, l’immenso entra nei pensieri e nulla è impossibile.

Il sogno è vita e altro non si può volere che restare in silenzio ad ammirare questo spettacolo di luce e sentirsi parte dello splendore del mondo.

Sei tu, riflesso di quello splendore, che, in punta di piedi, mi accompagni in questa magica notte.

Niente è più vero di te; accarezzi i miei occhi che posso chiudere per morirti vicino.

Una  stella sembra seguirmi nel cielo, ora che mi perdo nell’aria respirando il tuo profumo.

Ogni cosa è fluttuante e leggera: un infinito tutto, dove i sogni sono eterni ed esistere diventa un particolare inconsistente.

Stammi accanto e raccontami la storia dei tuoi sorrisi, come fosse una favola inventata per me.

Resteró con gli occhi chiusi, per immaginarti qui a farmi cullare dalla tua voce e dalle sfumature di un tramonto che commuove.

Per favore, non andare via, restami vicino.

Se puoi, resta con me, in questa magica notte.

(Luisa)

3B55B22F-D778-4EB7-9869-F14C56A87A53-4567-000004F745ADDB13

 

L’addio del cuore

image_pdfimage_print

La tua immagine, disgregata in mille frammenti di luce, è ormai distante.

Lontani i tuoi passi da me.
Gli occhi ti cercano, fino a perdersi nell’orizzonte.

Altre terre, altre voci ti chiamano.

Anche il mare canta il tuo nome ed io gli rispondo che tu sei altrove e, con voce commossa, gli confido il mio addio:

“Addio, il mio cuore ti saluta, addio per sempre, dolce sorella dei sogni.”

(Luisa)

DD7A7D07-8336-4743-BDC0-B9E9C3370A69-4131-00000455375A32D3

Rifugio

image_pdfimage_print

Errando per ombrosi sentieri, il pensiero si perde.

Smarrita è la strada e si resta sospesi nel tempo.

Il cuore è in esilio e in terra straniera riposa.

Le speranze ora sono sospiri che la brezza del mare disperde.

La vita sperata resta un ricordo, un desiderio lontano e si guarda la luna sognando un rifugio di stelle.

(Luisa)

DDDF34E8-3851-4710-A6AF-23AC91C39B8D-3491-000003FBC4FADAE9

Mancanza

image_pdfimage_print

Tutto è fermo senza di te.

La luce, l’aria, le stelle, sembrano cercarti per poter continuare a giocare nel mondo.

Anch’io, qui immobile, ti aspetto.

Il mio respiro è lieve, e ovunque volgo lo sguardo per illudermi di scorgere il tuo profilo.

E, solo al pensiero dei tuoi occhi , vacillo, le mie gambe tremano e un fremito d’amore mi scuote e mi stordisce.

Dove sei ora?

Nel mare? Nel cielo? Nel vento?

Sicuramente nei miei pensieri, dove custodisco il ricordo del tuo sorriso, prezioso come la luna che illumina la notte del viandante che, senza meta, cerca di orientarsi nel buio per non perdersi nell’oblio dell’oscurità che lo circonda.

(Luisa)

 

sogni-

"Un uomo si propone il compito di disegnare il mondo. Trascorrendo gli anni, popola uno spazio con immagini di province, di regni, di montagne, di baie, di navi, d'isole, di pesci, di dimore, di strumenti, di astri, di cavalli e di persone. Poco prima di morire, scopre che quel paziente labirinto di linee traccia l'immagine del suo volto" by Jorge Luis Borges